Nascondi Ri-Trovarsi …. …

" …. Nessuno è mai tenuto a piangere o a
soffrire in solitudine. Eppure molti fra noi sarebbero disposti a
patire in silenzio pur di non chiedere aiuto di cui peraltro hanno
urgente necessità. Tendiamo a ritenere che gli altri siano
perfettamente consapevoli delle nostre pene, anche se noi non ne
parliamo affatto.E’ dalla forza emotiva, non dalla debolezza, che noi
sappiamo trarre la capacità di invocare aiuto. Il timore del rifiuto, o
del ridicolo, o di qualunque altro impulso ci spinga a nascondere le
nostre sofferenze, dev’essere sconfitto a ogni costo. Diversamente, non
otterremmo mai il supporto morale che ci occorre. Naturalmente,
nell’atto di sollecitare aiuto noi esprimiamo il nostro apprezzamento
nei confronti di un’altra persona.Implicitamente le facciamo capire che
nutriamo fiducia in lei, che la reputiamo in gradi di aiutarci in un
momento di grande vulnerabilità.Non le chiediamo soluzioni. Vogliamo
solo che sia presente, che ci accordi un sostegno temporaneo in attesa
di trovare le nostre vie personale di superamento. Un sano”Ho bisogno
di te” è un’espressione importante d’amore…." (Leo Buscaglia – Vivere, amare, capirsi)