«Sfogliava sempre libri smilzi, spessi mezzo dito o anche meno,

«Sfogliava sempre libri smilzi, spessi mezzo dito o anche meno, scegliendo le poesie da leggere in base a lunghezza e larghezza. Cercava poesie di quattro, cinque, sei righe. Le esaminava attentamente, riflettendo su ogni suggerimento, e i suoi sentimenti sembravano galleggiare nello spazio bianco intorno alle righe. C’erano i segni sulla pagina e c’era la pagina. Il bianco era indispensabile all’anima della poesia».

Don DeLillo

Illustrazione: James Fryer