pita senza lievito

pita
500 grammi di farina
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
1 1/2 cucchiaino di sale
450 grammi di acqua minerale

Come si fa
1. Mettere l’acqua minerale in frigorifero in modo che sia bella fredda quindi versare in una ciotola la farina setacciandola e aggiungere il sale, il cucchiaio di olio e tutta l’acqua minerale.
2. Impastare per bene fino a formare un panetto morbido e liscio (se necessario aggiungere altra farina o altra acqua minerale per addensare il tutto e fare in modo che l’impasto non resti attaccato alle mani), coprirlo con carta trasparente e poi con uno strofinaccio e mettere a riposare per 45 minuti.
3. Trascorsi i 45 minuti dividere il composto in tante palline quante dovranno essere le pita (in questo caso ne sono uscite 14) e stendere ognuna con il mattarello arrivando ad un’altezza massima di 5 mm in modo da evitare di avere un pane troppo alto.
4. Sistemare i pani su una teglia foderata di carta forno e coprirli con carta trasparente facendo in modo che non esca aria così da permettere un secondo, veloce, processo di lievitazione. Lasciar riposare al coperto per 10 minuti.
5. Accendere il forno alla massima temperatura e sistemare una teglia da forno bassa e poco spessa all’interno in modo che diventi bollente quindi trascorsi i 10 minuti staccare le pita una ad una e sistemarle sulla teglia rovente facendo attenzione a distanziarle. In 3 minuti circa, dipende dal forno, l’impasto si stacca dalla base e inizia a gonfiarsi per effetto del calore e quando inizia a colorirsi può essere tolto dal forno e messo a raffreddare.

Tempo di preparazione: 1h30