La forma del pane della macchina è un po' monotona: un rettangolo dai bordi arrotondati.

La forma del pane della macchina è un po' monotona: un rettangolo dai bordi arrotondati. Ma non è obbligatorio stare agli ordini di una macchina… Se usate pezzature più piccole, potete optare per altre forme più simpatiche. Ecco alcuni consigli. Per tutte e tre questi suggerimenti:

  • ho usato 200 gr di farina. Qualche macchina non riesce a impastare così poca farina: aumentatela nel caso a 300
  • ho usato il programma "impasto" e ho tolto la pasta dalla macchina quando le pale hanno smesso di girare
  • ho levato la spatola e ho unto di olio di oliva il perno
  • ho manipolato la pasta come da indicazioni caso per caso:

Due bastoni

  • dividete la pasta in due parti uguali
  • lavoratela fino a ricavarne due cilindri sottili lunghi come il contenitore della macchina
  • poneteli per lungo contro le pareti e lasciate terminare la lievitazione
  • cuocete, interrompendo il programma di cottura dopo 45 minuti
Due panini

  • dividete la pasta in due parti uguali
  • lavoratela fino a ricavarne due palle uguali
  • deponete le palle contro le pareti più corte del contenitore della macchina
  • terminare la lievitazione
  • cuocete, interrompendo il programma di cottura dopo 45 minuti
A treccia

  • lavorate la pasta fino a ricavarne un rotolo stretto e lungo più del doppio della lunghezza del contenitore
  • intrecciatelo come da figura e mettetelo nel contenitore facendo passare il perno da una delle anse della treccia
  • terminare la lievitazione
  • cuocete